Orrore al Sole 2016  

   

Schegge per un Natale Horror 2016  

   

Schegge di Halloween all'Italiana - Cartaceo  

   

Una Zombie Novel  

   

Dunwich Edizioni  

   

Delirium  

   

No EAP  

   

Recensioni - "Comics Factory - Zombie" dell'Associazione Culturale Cyrano Comics

Dettagli
Letteratura Horror ha recensito per voi Comics Factory Zombie rivista fumettistica dell'associazione culturale veronese Cyrano Comics. Gli zombie sono anche tra noi e del tutto inaspettati.
La zombie-mania contagia anche il fumetto italiano e, con piacere, siamo qui a recensire e segnalarvi Comics Factory Zombie, il nuovo numero della rivista creata dall'Associazione Culturale Cyrano Comics di Verona.
Dicevamo che il comics italiano zombesco è vivo e in gran forma, basti leggere anche solo le prime pagine di questo interessante lavoro.
Certo, non aspettatevi di trovare il nuovo Robert Kirkman o un The Walking Dead made in Italy, ma di sicuro i giovani disegnatori e autori scaligeri che si sono cimentati in questo numero ci possono aprire nuove entusiasmanti idee.
A colpire il nostro interesse soprattutto il, famoso, “non prendersi troppo sul serio” da parte degli autori che hanno creato storie giovani, fresche, nuove, nove ministrisce tutte molto interessanti che hanno come soggetto centrale la figura del non morto, figura rappresentata ora come due ragazzi i cui destini si incrociano, ora come protagonista di una puntata di Big Bang Theory (la serie tv statunitense di successo), ora come una sirena vogliosa di vittime, passando per mangiatori di uomini intelligenti e sopraffini, storici e come difensori di misteri arcani, oltre che facenti parte della storia del calcio.
Insomma ce n'è per tutti i gusti a dimostrazione del fiorente ed estremamente variegato panorama fumettistico-underground in Italia.
A nostro modo di vedere, i migliori lavori sono due Due tragici destini di Enrico Bante, ironico, divertente e che da una prospettiva tutta nuova dell'essere zombie (non-morto sociale molto più vivo dei vivi) e delle cure per debellare il virus quasi sovvertendo le convinzioni che si hanno in materia, e Dark Room di Andrea “Sbrò” Sbroggiò che mette su carta uno zombie intelligente e calcolatore che, evoluto, sa come cibarsi non più, quindi, l'essere in putrefazione che cerca di divorare tutto ciò che gli capita davanti.
Interessante anche Tristan Blake. Lo spirito del Santo sceneggiato da Nebbioso e disegnato da Nicola Bernardelli, in un'appassionante rivisitazione storica di San Cristoforo e Re Artù.
Da rivedere, a nostro modesto parere, le altri strisce, ma la stoffa e le idee – soprattutto quella, fondamentale, di non presentare sempre le stessa pappa – ci sono.
Da leggere anche le appendici non a fumetti come i racconti Anno del Signore 1444 di Enrico Martini e Ritorno alle origini di Silvia Brentegani con illustrazioni di Michele “Isao” Avigo e l'esegesi sugli zombie e la letteratura e i film di Michela de Togni.
VALUTAZIONE - Sufficiente (3 stelle)




Subscribe via RSS or Email:

 
   
© LetteraturaHorror.it 2012-2016
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione
Per saperne di più