Halloween all'Italiana 2017 - Cartaceo  

   

Orrore al Sole 2017  

   

Schegge per un Natale Horror 2016  

   

Una Zombie Novel  

   

Dunwich Edizioni  

   

Delirium  

   

No EAP  

   

Recensioni - "Fine" di David Monteagudo

Dettagli
Letteratura Horror ha recensito quest'oggi “Fine” romanzo di esordio di David Monteagudo ed edito da Guanda Editore.
Romanzo d’esordio di un operaio spagnolo di una fabbrica di imballaggi in cartone della Catalogna, Fine non è tanto un romanzo propriamente horror quanto più una storia cupa e pessimista sul destino dell’uomo e al tempo stesso una critica ad una generazione, quella dei nati negli anni ‘60 di cui lo stesso autore fa parte.
Alcuni difetti abbassano il livello dell’opera, primo fra tutti un banale approfondimento psicologico dei personaggi, i quali si limitano ad avere una singola e grossolana sfaccettatura della personalità rendendo così difficile l’immedesimazione del lettore nei difetti e nei vizi dei protagonisti. Inoltre un uso spesso ridondante della terminologia descrittiva del paesaggio risulta a volte artificiosa e stancante.
Malgrado ciò, diverse sequenze sono degne di nota e più di una rimane fortemente impressa nella memoria del lettore.
TRAMA – Nonostante da anni si siano persi di vista, un gruppo di amici decide di onorare una vecchia promessa: ammirare il cielo stellato nello stesso rifugio frequentato in gioventù a distanza di venticinque anni precisi dall’ultima volta.
L’unico assente è il più introverso e religioso del gruppo, tanto da essersi guadagnato dai compagni l’appellativo de “il Profeta”. Il motivo è ovvio ai più: quella sera di venticinque anni fa i suoi amici gli giocarono uno sgradevole quanto crudele scherzo e da quel giorno nessuno l’ha più rivisto.
Il tempo trascorso sembra però aver raggelato i rapporti interni della comitiva, o forse semplicemente ha messo in evidenza la mancanza di una vera coesione del gruppo, e proprio quando sembra che la rimpatriata sfoci in una serie di litigi un misterioso e totale blackout colpisce qualsiasi apparecchiatura elettrica nei paraggi. Per di più un membro della combriccola sparisce incomprensibilmente nella notte.
Non sarà che il primo di una lunga serie di sparizioni incomprensibili che colpirà il gruppo di amici.
L’AUTORE - Paragonato in patria a scrittori del calibro di Dick, Bradbury e McCarthy, e al regista Buñuel da giornali come El Mundo ed El Periódico, anche se i confronti sembrano più frutto del campanilismo che altro, David Monteagudo, nato in Galizia nel 1962, è un interessante narratore che con merito si è riuscito a mettere in evidenza nell’affollato panorama letterario contemporaneo.
VALUTAZIONE - Sufficiente (3 stelle)

SCHEDA DEL LIBRO

Titolo: Fine
Autore: David Monteagudo
Traduzione: Bruno Arpaia
Editore: Guanda Editore
Uscita: 2012
Pagine: 343

Subscribe via RSS or Email:

 
   
© LetteraturaHorror.it 2012-2016
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione
Per saperne di più