LetteraturaHorror.it consiglia:  

   

Halloween all'Italiana 2020  

   

L'Horror ai tempi dei Lockdown  

   

Un Natale Horror 2019  

   

Una Zombie Novel  

   

No EAP  

   

Nuove Uscite - I vicini di casa a cura di Paolo Di Orazio

Dettagli
I vicini di casa a cura di Paolo Di Orazio

"I vicini di casa" a cura di Paolo Di Orazio è la nuova antologia horror edita da Watson Edizioni.
La Watson Edizioni annuncia l'uscita per il 2 novembre, con presentazione il 31 ottobre in occasione di Halloween, della nuova antologia horror curata nientepopodimenoche da Paolo Di Orazio, una delle migliori penne horror e dark italiane.

7 GRANDI AUTORI INDIPENDENTI -
Titolo dell'antologia è I vicini di casa che già rende chiara l'idea di cosa sarà questa antologia.
L'antologia è composta da 7 racconti scritti da altrettanti autori italiani horror indipendenti di primissimo piano ed è impreziosita da una illustrazione.
Claudio Vergnani con il racconto La prima notte di quiete, Flavio Troisi con Spegnere le stelle, Miriam Palombi con La voce nei muri, Giacomo Ferraiuolo con Oscurità, Tamara Deroma con Il Capolavoro, Davide Camparsi con Cucù, Lorenzo Crescentini con Discontinuità.


SINOSSI GENERALE - Sette storie, sette vicini di casa che potrebbero essere ovunque.

SINOSSI RACCONTI - La prima notte di quiete, Claudio Vergnani: In un un luogo e un tempo imprecisati, un cimitero comunale è un accampamento di sfollati diviso in due sezioni, una maschile e una femminile. Vergy e il suo compagno d’armi vengono incaricati di fermare qualcuno che sta facendo sparire le ragazze che si avventurano di notte fra le tombe.
Spegnere le stelle, Flavio Troisi: Oscar è un ex attore famoso finito nell’oblio. Subito dopo il suo trasloco nella nuova casa, in un pessimo condominio di borgata, il fuoco spento delle sue ambizioni torna a bruciare in occasione di strani eventi attorno a un appartamento particolarmente chiassoso.
La voce nei muri, Miriam Palombi: Giulio è costretto dalla madre a trascorrere suo malgrado i pomeriggi col vicino Eliah, un vecchio sopravvissuto all’Olocausto nazista. Una volta morto, in Giulio permane l’ossessione per il vecchio di cui continua a sentire la voce attraverso la parete della sua cameretta. Per scoprire l’enigma, dovrà introdursi nella casa disabitata…
Oscurità, Giacomo Ferraiuolo: Siamo a Roma, 1960. Alessio è un ragazzino di periferia che vive in un casermone di cemento armato, freddo e buio. Nel giro di poco tempo, alle soglie dell’autunno spariscono sia sua madre che il suo gatto Spyro. Fatti che coincidono all’arrivo del nuovo inquilino Armando, un ex accalappiacani di cui si raccontano già cose orride e che ora si occupa dell’impianto di riscaldamento del condominio.
Il Capolavoro, Tamara Deroma: Benedetta è una pittrice di Moncalieri. Innamorata di Amelia, sua vicina di casa, si lascia ispirare dalla passione bruciante per lei, una passione di sangue e dalla misteriosa presenza del suo strano coinquilino Ozvah. Fino alla realizzazione del suo capolavoro.
Cucù, Davide Camparsi: Osvaldo ha una bella casa, una bella moglie. E, da qualche notte, un intruso speciale che odora di urina e gerani. Una presenza antropomorfa che si muove nelle ombre della casa per razzolare ingordamente la dispensa. Le cose si complicano quando Luisa fraternizza con la creatura, la quale prende sempre più padronanza della casa, degli spazi, del tempo e nei sogni di Osvaldo. E nel cuore di Luisa.
Discontinuità, Lorenzo Crescentini: In una Forlì del futuro, Michele si sta preparando agli esami di licenza media e scopre che un ragno gigante vive rintanato nell’appartamento di sopra al suo. La bestia è una delle poche sopravvissute all’epocale guerra tra ragni e umani che ha sconvolto il pianeta pochi anni prima. E di cui gli umani ancora portano ferite insanate...


Subscribe via RSS or Email:

 
   
© LetteraturaHorror.it 2012-2021
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione
Per saperne di più