Supersconto del 50%  

   

Schegge per un Natale Horror 2016  

   

Schegge di Halloween all'Italiana - Cartaceo  

   

Una Zombie Novel  

   

Dunwich Edizioni  

   

Delirium  

   

No EAP  

   

Recensione - "Le strade del male" di Donald Ray Pollock

Dettagli
Letteratura Horror quest’oggi vi propone un interessante recensione del romanzo di Donald Ray Pollock “Le strade del male”. Buona lettura!
RECENSIONE – Le strade del male è il romanzo di esordio di Donald Ray Pollock. Si intrecciano le storie di Willard Russell, reduce di guerra, di suo figlio Arvin, e di tanti altri personaggi della provincia americana. E forse è questa la grande protagonista del romanzo, la provincia americana. Una provincia dura, dove il sogno americano non è ancora arrivato e mai arriverà, dove si pensa a sopravvivere più che a vivere, dove il consumismo USA non è il rassicurante rifugio dove sfogare i propri desideri, ma è un sogno che diventa un incubo per l’incapacità di soddisfare i propri desideri (vedi la frustrazione di Carl nel non aver sfondato nel mondo del jet set, o quella di sua moglie Sandy nel non aver avuto una vita normale). Una provincia dove la religione è molto forte e molto presente. Anche in questo caso non è il rifugio tranquillo e sereno, ma un luogo da incubo, in cui prevale solo la superstizione e la violenza (nella figura del predicatore che estorce sesso alle timide ragazzine di provincia). Le strade del male è un romanzo pulp, violento e in certi passaggi disturbanti, a volte rassegnato. Non ci sono caratteristiche ben definite né predefinite, non c’è un personaggio completamente positivo e non c’è un personaggio completamente negativo. Le strade del male è un romanzo pulp, ma non è il pulp manieristico e fine a sé stesso, inutile, di Quentin Tarantino. Non è un pulp da favoletta o da rapper finto-alternativi che vanno di moda ora. È un pulp duro e cattivo. È il pulp del sogno americano, già finito ancor prima di cominciare e forse mai esistito.
TRAMA - La Seconda guerra mondiale è finita e il soldato semplice Willard Russell sta tornando a casa dopo essere stato spedito a combattere nel Pacifico, con negli occhi ancora tutto l'orrore per quello che ha visto. La corriera fa una sosta a Meade, Ohio, e William si ferma a mangiare in un ristorante. Non conosce il nome della cameriera che l'ha servito ma sa che se ne è innamorato e qualche settimana dopo torna da lei e la sposa. Insieme fanno un figlio, bellissimo: Arvin. Arviri Russell è il protagonista di questo primo magistrale romanzo di Donald Ray Pollock, autore della folgorante raccolta di racconti Kno-ckemstiff. Lo vediamo crescere e muoversi tra misere catapecchie e chiese che sono templi dell'ipocrisia e del male, lo seguiamo con il dito sulla carta geografica degli Stati Uniti, e contemporaneamente assistiamo allo svolgersi di altre esistenze maledette, destinate, per uno scherzo della sorte, a incrociarsi con la sua, fino all'inatteso, sconvolgente finale. Le strade del male, acclamato negli USA come un'opera straordinaria paragonabile per forza e intensità alla narrativa di Truman Capote e Flannery O'Connor, racconta di un ragazzo costretto a crescere molto in fretta per affrontare il proprio destino in un'America in cui Bene e Male lottano tra loro fino alle estreme conseguenze.
 
SCHEDA DEL LIBRO
Titolo: Le strade del male
Autore: Donald Ray Pollock
Editore: Elliot
Collana: Scatti
Data di Uscita: 2011
Pagine: 254
Prezzo: 16,50

Subscribe via RSS or Email:

 
   
© LetteraturaHorror.it 2012-2016
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione
Per saperne di più